Il recupero crediti da lavoro: cosa fare?

Il recupero crediti da lavoro è una materia particolarmente delicata e difficile da trattare.

In questo settore infatti, oltre all’aspetto tecnico relativo all’attività di recupero da svolgere, viene in rilievo il fattore umano.

Il soggetto creditore infatti è un lavoratore che con il proprio stipendio deve pagare le proprie spese domestiche.

Oltre a tale aspetto c’è l’aspetto psicologico legato alla natura del credito.

La fonte del credito, infatti, non è la fornitura di una partita di merce, ma il tempo e il lavoro di una persona.

Il professionista incaricato del recupero crediti deve essere particolarmente abile nel gestire lo stato psicologico del lavoratore e fornire un orizzonte temporale certo entro il quale l’azione avrà un termine.

Aspetto positivo della materia recupero crediti da lavoro è la presenza del fondo di garanza dell’INPS.

Il fondo di garanzia INPS garantisce il pagamento degli ultimi due stipendi non pagati e dell’intero ammontare del TFR.

Il fondo di garanzia tuttavia non copre il pagamento delle spese legali e degli interessi connessi al credito da lavoro.

Aspetti tecnici

Molto importante è che il lavoratore tenga a mente le seguenti peculiarità giuridiche del credito da lavoro.

Il credito da lavoro trova la sua origine nel contratto di lavoro.

Per avere valenza giuridica il contratto deve essere firmato sia dal datore di lavoro che dal lavoratore.

Il periodo di prescrizione è di cinque anni.

Secondo la giurisprudenza maggioritaria la prescrizione inizia a decorrere dal momento in cui matura il credito e non dalla fine del rapporto di lavoro.

Per recuperare un credito da lavoro si adoperano i medesimi strumenti giuridici che dovrebbero adoperarsi per un recupero crediti ordinario.

In particolare il lavoratore dovrà inviare una lettera di messa in mora che in caso di mancato pagamento dovrà essere seguita da un decreto ingiuntivo e da un atto di pignoramento.

Anche nel recupero crediti da lavoro, nel caso in cui il datore contesti l’ammontare del credito prenderà avvio un ordinario giudizio di opposizione.

L’unica differenza con un recupero crediti ordinario è la competenza che appartiene al Giudice del Lavoro.

 

 

 

 

Potrebbe interessarti

Start typing and press Enter to search

Recupero crediti e COVID19Recupero crediti in Europa
×

Ciao!

Clicca sul nostro rappresentate di seguito per iniziare subito una chat o inviaci un'email all'indirizzo: info@recuperocreditifacile.com

× Whatsapp