Hai i debitori alle calcagna e hai paura che possano pignorarti tutti i tuoi averi?

Non sei sicuro di cosa possono pignorare le persone verso cui hai un debito?

Non è da tutti saperlo, ecco perché la maggior parte delle persone che si trovano in una situazione del genere, decide di rivolgersi ad un avvocato specializzato o di informarsi tramite il web.

Vediamo brevemente cosa possono pignorare i creditori all’esito di un’azione di recupero crediti.

Recupero crediti: cosa possono pignorare?

Il creditore che è alla ricerca di tutto i modi per vedere il suo credito soddisfatto può rifarsi su praticamente tutti i beni di proprietà del debitore.

Secondo il dettato dell’articolo 2740 c.c. “il debitore risponde con tutti i suoi beni, presenti e futuri, per l’inadempimento delle obbligazioni“.

Alla luce del dettato normativo, la domanda dovrebbe essere posta al contrario: quali beni del debitore non sono assoggettabili a pignoramento?

La lista è davvero esigua. Parliamo di letti, sedie, tavoli e i beni strumentali che il debitore utilizza per lavorare.

La legge ritiene tali beni non pignorabili e pertanto non possono essere oggetto di una procedura di recupero crediti.

Raramente si arriva a pignorare questi beni. Inoltre, i creditori spesso si rivelano essere interessanti a ben altro.

Tra i beni che vengono maggiormente pignorati ci sono il quinto dello stipendio, il denaro presente sui conti correnti, tali peni vengono pignorati per mezzo di la procedura di pignoramento presso terzi.

I beni mobili di valore come, ad esempio, dei quadri, gioielli ecc. vengono invece pignorati attraverso la procedura di pignoramento mobiliare.

Per il pignoramento di appartamenti e terreni invece il credito deve seguire la procedura di pignoramento immobiliare.

Il pignoramento non è un processo che può essere posto in essere dal creditore senza seguire un iter preciso.

Quest’ultimo prevede che il creditore si rivolga al tribunale competente che notificherà al debitore l’avvio del procedimento.

Pertanto, il credito non ha il potere di pignorare finché non c’è stata una sentenza da parte dell’organo competente: il tribunale, appunto.

Potrebbe interessarti

Start typing and press Enter to search

recupero crediti deterioratiRecupero crediti condominiali
×

Ciao!

Clicca sul nostro rappresentate di seguito per iniziare subito una chat o inviaci un'email all'indirizzo: info@recuperocreditifacile.com

× Whatsapp