Il Leasing

Il leasing è il contratto con cui una parte (concedente) concede in godimento all’altra (utilizzatore) un bene a fronte del pagamento di un canone periodico da corrispondere per un determinato lasso temporale.

Alla scadenza del termine previsto nel contratto la parte che ha in godimento il bene può restituirlo o acquisirne la proprietà pagando al concedente una somma pari alla differenza tra quanto già versato ed il valore del bene.

Operativo

Il leasing operativo non prevede l’acquisto del bene al termine del contratto di locazione, che è, invece, un requisito fondamentale della Locazione Finanziaria.

Il canone periodico del Leasing Operativo include sia la componente finanziaria e di utilizzo del bene, sia quella relativa ai servizi accessori.

I servizi connessi all’utilizzo del bene, nella leasing operativo, costituiscono un tutt’uno con la disponibilità del bene.

Tale connessione manca nel Leasing Finanziario in cui la componente servizi è normalmente estranea al contratto.

Nella locazione operativa, la normativa fiscale, non impune alcuna durata minima alla quale condiziona la deducibilità fiscale dei canoni.

Finanziario

La stipula di contratti di locazione finanziaria ben si coniuga con lo stato di sottocapitalizzazione cronica che affligge le aziende italiane.

Le società di leasing svolgono principalmente un’attività di finanziamento per mezzo della quale vengono soddisfatti in maniera indiretta i fabbisogni finanziari emergenti da decisioni di investimento dei clienti.

La società di leasing nella veste di locatore concede il bene al locatario per un tempo determinato e in contropartita di un canone periodico.

La funzione di finanziamento è conseguente al fatto che l’esborso per l’acquisto del bene è sostenuta dal locatore mentre il locatario paga solo un canone periodico per l’utilizzo del bene.

Ovviamente il canone di utilizzo include anche gli interessi connessi all’impiego della somma di denaro da parte del concedente per l’acquisto del bene.

Leasing e recupero crediti

Il leasing è un metodo adoperato da molte aziende per difendersi dalle azioni di recupero crediti.

I benefici di tale scelta sono molteplici.

In primo luogo l’utilizzatore del bene non è proprietario del bene e pertanto non può subirne il pignoramento.

Molte azienda riescono in questo modo ad evitare il pignoramento dei beni che utilizzano per le attività aziendali e a vanificare le azioni di recupero crediti.

In secondo luogo il bene non può essere ricondotto all’utilizzatore e pertanto non verrà individuato nel corso delle indagini patrimoniali effettuate sul debitore.

Potrebbe interessarti

Start typing and press Enter to search

×

Ciao!

Clicca sul nostro rappresentate di seguito per iniziare subito una chat o inviaci un'email all'indirizzo: info@recuperocreditifacile.com

× Whatsapp
factoringcambiali