L’imposta di registro

Imposta di registro

Imposta di registro

Quando si parla di recupero crediti l’imposta di registro è la problematica maggiormente spinosa che si deve affrontare.

Questa tassa è richiesta dallo Stato ogni volta che si registra un contratto oppure un provvedimento giudiziario.

Il pagamento di questa imposta in alcuni casi assume dei connotati veramente grotteschi.

Esempi pratici

Il padrone di un immobile esegue uno sfratto per morosità nei confronti di un inquilino moroso.

Contestualmente alla procedura di sfratto per morosità decide di tentare anche il recupero del credito.

Ebbene sul decreto ingiuntivo viene applicata l’imposta di registro in misura pari al 3% dell’importo del credito da recuperare con minimo pari a 200,00 €.

Nel caso, tutt’altro che infrequente in cui il proprietario dell’immobile non riesca a recuperare i canoni non pagati si troverà in ogni caso costretto a pagare l’imposta di registro.

Facciamo un altro esempio.

Un ingegnere stipula un contratto con un cliente concordando con un cliente un compenso pari 1.200,00 € per un progetto da effettuare.

Il cliente non paga, non risponde ai solleciti di pagamento e l’ingegnere si vede costretto a richiedere un decreto ingiuntivo.

Il cliente dell’ingegnere non paga neanche a seguito della notifica del decreto ingiuntivo e pertanto diviene necessario procedere con un pignoramento.

A questo punto l’ingegnere creditore si trova in una situazione veramente scomoda: abbandonare l’azione di recupero crediti perdendo sorte capitale e spese anticipate oppure pagare 200,00 € di imposta di registro per ottenere l’apposizione della formula esecutiva.

Nel caso in cui anche a seguito del pignoramento l’azione di recupero non dovesse avere esito il professionista, oltre ad aver perso la sorte capitale e i costi dell’azione di recupero avrà anche perso 400,00 € pagati a titolo di imposta di registro.

Come si arriva alla cifra di 400,00? Si arriva a questa somma in quanto l’ingegnere deve pagare 200,00 € per la registrazione del decreto ingiuntivo e 200,00 € per la registrazione del contratto stipulato tra professionista e cliente.

Nella situazione descritta il nostro professionista ha pagato a titolo di tassa di registro una somma pari al 30% del suo credito, credito che peraltro non è riuscito a recuperare.

Soluzioni

La soluzione migliore sarebbe l’abolizione dell’imposta di registro sui decreti ingiuntivi.

Nel caso in cui tale soluzione non fosse attuabile l’imposta dovrebbe essere richiesta esclusivamente al debitore che con il suo comportamento ha obbligato il creditore ad avviare l’azione di recupero crediti.

Questa soluzione eviterebbe il paradosso di un creditore che non riesce a recuperare il suo credito, ma è comunque costretto a pagare una tassa priva di giustificazione.

Ai sensi dell’art. 53 della Costituzione il presupposto per l’applicazione di una tassa è la capacità contributiva.

Ebbene che capacità contributiva dimostra un soggetto che non è riuscito a recuperare il suo credito e che quindi ha perso del denaro?

Rescos S.p.a. IconRescos S.p.a.

Piazzale Montesquieu, 28, Roma

4,9 83 reviews

  • Avatar Francesca Sammarco ★★★★★ un mese fa
    Sono quasi commossa nello scrivere questa recensione. Brutta storia... soldi prestati ad un "amico" o così pensavo fosse in un momento di difficoltà, avevo dato tutto per perso, per fortuna avevo stilato un accordo scritto e questo … More ha fatto si che grazie al preziosissimo aiuto, alla perseveranza, alla dedizione ed alla pazienza dell'Avvocato Luca Pompei, dopo due anni, un decreto ingiuntivo ed un accordo di rientro sono riuscita a riavere tutto quanto e perdere una piccolissima cifra che oggi ancora di più mi sembra irrisoria rispetto a quanto avrei perso senza il loro prezioso aiuto. Spero che nessuno si trovi nella situazione che io ho vissuto ma, qualora dovesse capitarvi, mi sento sinceramente di consigliarvi di rivolgerVi a Recupero Crediti Facile, in particolare ringrazio l'Avvocato Luca Pompei che si è dimostrato sempre preparato, gentilissimo, paziente e sempre disponibile. Grazie di avermi accompagnato e supportato in questi due anni.
  • Avatar Simone Tizzoni ★★★★★ 3 mesi fa
    Inizialmente scettico ma convinto delle recensioni, mi sono affidato a questo team non avendo nulla da perdere su 2 crediti pendenti su cui ormai avevo perso ogni speranza di incasso. Molto bravi, professionali e trasparenti nell'analizzare … More preliminarmente i casi e fornire le percentuali di successo. Sono riusciti nell'intento in entrambi i casi !. Chiaramente mi rivolgerò ancora a loro in caso di bisogno.
  • Avatar Commerciale Manzi ★★★★★ 4 mesi fa
    Abbiamo iniziato i rapporti a dicembre 2020, affidando due pratiche di recupero crediti per sperimentare il servizio, e confermiamo di aver ricevuto un pronto ed immediato riscontro. Nello specifico le pratiche sono state entrambe recuperate, … More precisando che noi abbiamo accordato ad uno stralcio bonario, ma il lavoro da parte loro è stato veramente puntuale. Continueremo ad utilizzare il loro servizio.
  • Avatar Anna Nicolis ★★★★★ 5 mesi fa
    Devo dire che ho deciso di testare il servizio di recupero crediti con un certo scetticismo, al contempo però speravo in un aiuto per recuperare un credito vecchio e che richiedeva dedizione, pazienza, perseveranza e anche un pò di "autorità". … More Devo dire sono rimasta pienamente soddisfatta, lo staff è stato estremamente disponibile, paziente, competente, mi hanno sempre consigliato nel modo migliore per raggiungere l'obiettivo. Obiettivo raggiunto in tempi nemmeno troppo lunghi considerato il periodo storico davvero difficile. Ringrazio l'Avv. Pompei per la professionalità e attenzione al cliente, che oggi sono diventate cose rare.
  • Avatar Piero Meroni ★★★★★ 6 mesi fa
    Professionisti veramente preparati, affidatevi con fiducia perchè realizzano quanto promettono con cortesia e piena disponibilità senza farvi scomodare dal vostro ufficio o da casa. Ringrazio tutto lo staff e in particolare l'Avv. … More POMPEI. Pier Meroni - Torino

Ultime pubblicazioni

Riforma della Giustizia

Riforma della Giustizia

In questi giorni imperversa il dibattito sulla riforma della giustizia Cartabia e sugli effetti che questa riforma potrà avere sull’amministrazione della giustizia. Cerchiamo di chiarire

Leggi tutto >>

scarica subito il vademecum Gratuito

Scopri come gestire nel migliore dei modi il recupero crediti aziendali.

Scarica gratuitamente il nostro vademecum, un prontuario chiaro e puntuale da consultare in ogni momento, anche offline.

Inizia Chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
come possiamo aiutarti?