Il mutuo ipotecario

Il mutuo ipotecario è un prestito che viene erogato da un soggetto (che nella maggior parte dei casi è una banca) ad un altro.

Il richiedente si definisce “mutuatario” e nel momento in cui effettua la richiesta del prestito, deve offrire idonee garanzie di restituzione.

Il mutuo ipotecario: di che cosa si tratta

Il mutuo ipotecario è il prestito di una somma di denaro che un soggetto richiede ad una banca o ad un altro Istituto di credito, affinché possa acquistare un immobile oppure possa provvedere alla sua sistemazione.

Una volta che l’individuo richiede tale mutuo, deve anche dimostrare che potrà provvedere al pagamento delle rate e anche agli interessi.

Questo genere di finanziamenti è definito ipotecario in quanto sull’immobile viene inserita un’ipoteca a garanzia del mutuo.

Di solito questo genere di finanziamento ha una durata medio-lunga, spesso superiore a dieci anni.

Il recupero crediti 

Il recupero crediti relativo ai mutui ipotecari presenta numerosi vantaggi per la banca e per la società di recupero crediti.

Nel caso del mutuo ipotecario il debitore vincola un bene immobile a garanzia del credito.

La preventiva individuazione del bene ad aggredire in caso di mancato pagamento rende superfluo effettuare indagini patrimoniali dirette alla ricerca dei beni da aggredire.

In caso di mancato pagamento del finanziamento l’istituto di credito potrà avviare una procedura di pignoramento immobiliare sul bene immobile su cui è costituita l’ipoteca.

In virtù del contratto di mutuo stipulato per atto pubblico la banca creditrice non deve richiedere un decreto ingiuntivo prima di procedere al pignoramento.

Inoltre, in virtù della presenza dell’ipoteca il debitore non potrà vendere l’immobile concesso in garanzia senza l’autorizzazione della banca.

A seguito della vendita dell’immobile la banca potrà incassare il denaro ricavato.

Nel mondo del recupero crediti, i crediti in sofferenza garantiti da ipoteca sono quelli con il maggior tasso di recupero.

Per tale ragione in sede di cessione di crediti in sofferenza i prestiti garantiti da ipoteca hanno un prezzo normalmente più alto.

Le altre caratteristiche

Per legge l’ipoteca ha una durata massima di 20 anni e deve essere registrata in conservatoria.

Gli interessi invece, vengono pattuiti dalle parti prima dell’erogazione del prestito e possono avere un tasso fisso oppure variabile.

Il tasso fisso prevede che l’ammontare degli interessi non cambi per tutta la durata del contratto di mutuo.

Quando invece si scegli un tasso variabile il tasso degli interessi muta in funzione dell’andamento del tasso EURIBOR.

 

Potrebbe interessarti

Start typing and press Enter to search

Recupero crediti in EuropaAiuti alle imprese a seguito del Covid-19
×

Ciao!

Clicca sul nostro rappresentate di seguito per iniziare subito una chat o inviaci un'email all'indirizzo: info@recuperocreditifacile.com

× Whatsapp