La Germania è il principale partner commerciale dell’Italia è fisiologico, pertanto che molte imprese italiane abbiano crediti da riscuotere in Germania.

In Germania il tasso di insolvenza nelle transazioni commerciali è molto inferiore rispetto all’Italia e spesso il mancato pagamento di una fornitura è fondato su reali contestazioni del cliente nei conforti del fornitore.

Vediamo nello specifico come funziona la procedura di recupero crediti in Germania.

Come funziona?

Il recupero crediti in Germania ha una procedura molto più snella rispetto all’Italia.

Il decreto ingiuntivo viene emesso sulla base delle semplici dichiarazioni del creditore che afferma di essere creditore di una somma di denaro.

Il termine di opposizione al decreto ingiuntivo è di due settimane e non di 40 giorni come in Italia.

Se scaduto il termine di opposizione il debitore non presenta opposizione il creditore può presentare istanza di esecutorietà.

Per il pignoramento è competente l’ufficiale giudiziario.

In Germania come in Italia l’Ufficiale Giudiziario è un pubblico ufficiale, in Germania tuttavia le competenze dell’ufficiale giudiziario si estendono anche alla ricezione di dichiarazioni giurate.

I costi per effettuare una procedura di pignoramento in Germania sono molto inferiori rispetto all’Italia.

Effettuare una procedura di pignoramento presso terzi infatti ha un costo di soli 20,00 € mentre per la dichiarazione relativa all’estratto patrimoniale del debitore il costo è di 33,00 €.

Decreto ingiuntivo europeo

Il creditore italiano, in alternativa può procedere a richiedere un decreto ingiuntivo europeo.

Il decreto ingiuntivo europeo viene richiesto al giudice dello stato di residenza del creditore.

 

Potrebbe interessarti

Start typing and press Enter to search

Crediti verso i condominiRecupero crediti per i comuni